La solitudine del modellista

Pubblicato: 27/01/2011 in riflessioni e altro

Una volta un utente di un forum che frequento io ha lanciato un interessante spunto di discussione: la solitudine del modellista. Ed è proprio questo di cui voglio parlare in questo intervento, perché lo spunto è davvero notevole e merita un approfondimento. Perché effettivamente, se non ci fossero gli spazi come i forum, dove moltissimi appassionati si trovano a discutere, la vita del modellista sarebbe davvero grama, soprattutto nell’epoca di oggi dove a dominare ci sono computer, videogiochi, televisione, e ahimè, valori inculcati in modo tale da far apparire chi si trastulla con plastica, colori e libri di storia solo un patetico perditempo. E’ davvero così o questo è solo frutto di pregiudizio? La seconda risposta è quella valida. Come de lesto è un altro pregiudizio diffuso e invero assai fastidioso, l’idea che va diffondendosi presso alcuni benpensanti dal modesto orizzonte intellettuale, che tutti i modellisti, specialmente quelli che fanno aerei e mezzi militari, siano una congrega di guerrafondai repressi ed esaltati, fieri veicolatori dell’apologia della violenza, una specie di futuristi post-litteram con le loro bislacche idee di guerra come sola igiene del mondo. Niente di più errato. Aldilà della mia ampollosa divagazione colta, il succo del discorso è questo: dietro la riproduzione di uno strumento di morte come può essere un carro armato o un aereo armato fino ai denti c’è tutto fuorché l’esaltazione della guerra. Ci può essere la semplice ammirazione per l’aspetto tecnologico ed estetico: è fuor di dubbio che ogni aereo, dai primi biplani ai più moderni jet invisibili ai radar, siano dei veri e propri capolavori dell’ingegno umano e dei veri e propri monumenti ad esso (basta semplicemente correlare ogni aereo alla sua epoca e davvero non si può non rimanere a bocca aperta davanti all’ingegnosità di alcuni progettisti e ingegneri!) L’utilizzo che se ne vuole è demandato alla coscienza del singolo, e purtroppo ci sono coscienze più bacate di altre. Ma questo è un altro discorso! Altra motivazione che sta dietro al modellismo è quella del tutto opposta all’esaltazione della guerra, ovvero la sua condanna, messa in atto con uno strumento semplicismo: la memoria. Tramandare alle nuove generazioni quella che è stata la storia, per fare si che si evitino altri errori, altri orrori, altre tragedie. Terzo motivo: l’interesse per la storia. E di conseguenza, uno strettissimo legame con il punto due. Quanto al sentirsi uno sfigato, io personalmente no. Permettetemi una punta di qualunquismo, che tutto sommato non ci sta mai male: se l’alternativa al modellismo è quella di rincoglionirmi davanti a una televisione a farmi appiattire il cervello da programmi da serie Z, andare in discoteca e sballare fino a schiantarmi contro un muro, languire nell’inedia, a questo punto dico: meglio un modello! Come l’accanito lettore dirà meglio un libro, come chiunque altro hobbista dirà meglio il mio hobby. Detto questo, torniamo al punto centrale: vi è la necessità di fare uscire il modellismo dalla nicchia in cui si trova, e perché ciò sia possibile, è necessario che innanzitutto si abbandoni l’eccessivo tecnicismo e la regolamentazione da salon che si respira in alcuni concorsi; avvicinare le nuove generazioni con laboratori, corsi e altre attività che permettano al bambino di prendere in considerazione l’idea di creare qualcosa con le proprie mani. Ma ahimè, con il periodo di tagli ai fondi, la prospettiva scolastica è da chiudere nel cassetto dei sogni (voglio essere ottimista e non parlare di utopia). Sono queste le soluzioni per fare si che lo spazio di discussione del nostro hobby non sia limitato ai soli forum specializzati, quasi a volersi nascondere come gli alcolisti anonimi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...