Kawasaki Ki-61 Hien – Hasegawa 1/32

Pubblicato: 13/05/2008 in Recensioni aerei

Per gli americani era “Tony” o “Antonio” per via della grande somiglianza con l’italianissimo Macchi 202/205, per i giapponesi era la “Rondine”. Sto parlando del Kawasaki Ki-61, l’unico caccia giapponese ad essere equipaggiato con un motore in linea raffreddato a liquido, mentre tutti gli altri avevano un motore radiale. Come propulsore fu scelto il tedesco DB-601, che però fu modificato dai tecnici Kawasaki fino a renderlo più leggero. Tuttavia questo provocò numerosi inconvenienti e molti aerei andarono perduti in incidenti. A parte questo difetto, si trattò di un ottimo caccia, un duro avversario per i caccia americani e anche per le superfortezze B-29 che volavano a scaricare i loro “regalini” sui poveri giapponesi inermi durante le violente campagne di bombardamento che poi coem purtroppo ben sappiamo, culminarono con la sgancio delle due atomiche su Hiroshima e Nagasaki. Durante quelle drammatiche fasi di guerra, gli Hien si dimostrarono ottimi aerei, ma lo scarseggiare del carburante e il sempre minor addestramento dei piloti per via delle emergenza belliche, resero inutile il suo potenziale.

Devo dire che non sono un appassionato di aerei giapponesi e di WWII in genere, ma quando ho adocchiato questo kit scontato e l’ho aperto non ho saputo resistere. All’interno troviamo 5 stampate in plastica grigio scuro più una di trasparenti, per un totale di 151 parti. Il dettaglio di superficie è ottimo, come del resto quello interno e quello generale. Dopotutto la Hasegawa gioca in casa e ha sfornato un modello sublime già da scatola. L’abitacolo si compone di una trentina di parti, alcune veramente minuscole! L’unico difetto è dato dalla mancanza delle cinture di sicurezza, per il resto direi che è del tutto superfluo ricorrere a set di dettaglio. Intelligente i ricorso a un longherone per il fissaggio di ali e piani di coda, col duplice scopo di rendere robusto il montaggio e dare il giusto diedro alle parti. Ottime le ruote, già fornite di effetto peso, buoni i vani carrello. I trasparenti sono limpidi e confezionati a parte, per evitare sfregamenti e graffi, e fornisco il tettuccio sia scomposto in tre elementi sia in unico pezzi, a seconda che lo si voglia rappresentare aperto o chiuso. Come piccolo bonus della produzione iniziale è fornito il figurino in piedi del tenente Kobayashi, mentre nelle stampate è presente un ottimo pilota da mettere dentro l’abitacolo! Per concludere il foglio decals: esso offre la possibilità di realizzare tre aerei: quello di Kobayashi (a cui furono accreditati ben dodici B-29 abbattuti!!) in metallo naturale con macchie in verde, uno in metallo naturale e uno con mimetica verde su metallo naturale! Non c’è che l’imbarazzo della scelta. A mio modo di vedere un ottimo kit, come nello stile Hasegawa degli ultimi tempi (meravigliosi i suoi FW-190, Bf-109 e P-47 nella grande scala!), che già da scatola può fare un figurone, mentre nelle mani di modellisti esperti può davvero diventare un capolavoro! E io che saprò farne? Aspettate e vedrete! Un articolo su queste pagine comparirà molto presto, giusto il tempo di mettere assieme il kit!

 

  • MODELLO: Kawasaki Ki-61-I
  • SCALA: 1/32
  • MARCA: Hasegawa
  • ARTICOLO: ST28
  • TIPO KIT: plastica a iniezione
  • PREZZO: 35 euro (in offerta!!!)
  • COSA VA: ottimo dettaglio, scomposizione intelligente
  • COSA NON VA: mancanza cinture di sicurezza
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...